È possibile aggiungere un comfort module a un’auto usata?

Le autovetture oggigiorno sono dei veri computer da viaggio. Le auto più recenti e prestigiose oggi offrono la possibilità di accendere il pilota automatico, cosa che in passato poteva sembrarci possibile solo nei film di fantascienza. Tuttavia, ognuno di noi sa cos’è un comfort module in un’auto? Quali funzioni offre e di cosa è responsabile?

Il comfort module non è altro che un dispositivo elettronico, una sorta di controller che ha determinati schemi operativi memorizzati nella sua memoria in base ai dati ricevuti da vari sensori.

Si prenda, ad esempio, un sensore pioggia correttamente collegato al comfort module. Grazie alle informazioni ottenute dal sensore pioggia posto nel parabrezza, l’autovettura è in grado di utilizzare l’apposito comfort module per attivare la pulizia automatica del parabrezza con tergicristalli. Questo è uno dei tanti dispositivi che influisce automaticamente sul nostro comfort di viaggio. Un altro dispositivo può essere, ad esempio, il cosiddetto climatronic, cioè un dispositivo che regola automaticamente valori di flusso d’aria come la forza del flusso d’aria, la temperatura dell’aria fornita o la direzione delle prese d’aria.

Entrando in macchina, impostiamo una temperatura specifica sul pannello, che sarà raggiunta grazie al modulo comfort. Il sensore di temperatura esterna, il sensore di temperatura interna, il sensore di qualità dell’aria e molti altri componenti permetteranno di ottenere la temperatura desiderata all’interno della nostra auto nel più breve tempo possibile. Se la nostra auto non aveva un sensore pioggia, non siamo lontani per installare un tale sensore, così come la leva del tergicristallo, e quindi accendere un tale modulo nel computer di bordo. Se stai cercando moduli comfort adatti, puoi trovarli su https: //www.worldecu .com / it / scatola-dei-fusibili-rele-fusibile-scatola-bsi . Assicurati quale modulo è giusto per la tua auto e inizia a lavorare per aumentare il comfort del tuo viaggio.

This entry was posted in automotive. Bookmark the permalink.

Lascia un commento